Willow Park, il primo villaggio realizzato da Facebook

Willow Park, il primo villaggio realizzato da Facebook

Da diverso tempo si vociferava di problemi riguardanti lo spazio nella Silicon Valley ed è per questo che Facebook si è mobilitata e ha iniziato a creare una vera e propria cittadina con 1500 appartamenti, negozi di alimentari, trasporti e farmacie. A quanto pare la compagnia capitanata da Mark Zuckerberg avrebbe appena presentato il piano al consiglio comunale di Menlo Park del loro progetto, che è a metà tra un quartiere residenziale e luogo per gli uffici. La scelta è molto singolare, a soli 40km da San Francisco, e i lavori dovrebbero terminare nel 2021. Gli alloggi del social network saranno a disposizione per i suoi dipendenti e non solo, inoltre il 15% di queste abitazioni sarà concesso ad un prezzo inferiore a quello di mercato. Questa scelta pare essere obbligata, come dichiara tramite un post sul blog ufficiale di Facebook John Tenanes, responsabile degli immobili e delle infrastrutture della società. Le ragioni sono diverse, in primis grazie il boom delle varie aziende tecnologiche nell’area ha portato un vasto numero di forza lavoro che ha congestionato il mercato immobiliare visto che gli affitti sono schizzati alle stelle. Stando ai fatti riportati dal Guardian, la somma mensile per aggiudicarsi un appartamento con due stanze da letto è triplicata dal 2011 ad oggi, raggiungendo e superando quota 3 mila dollari, più caro degli affitti di New York.

Tutto questo è stato necessario perché il governo ha fallito negli investimenti infrastrutturali, o almeno questa è l’accusa di Facebook e che in seguito ha portato alla creazione di un villaggio. Se pensate che in un anno il numero di lavoratori a Menlo Park è raddoppiato, e adesso conta più di 9mila persone, nell’immediato futuro le stime accertano che il numero è destinato a salire vertiginosamente.

Willow Park, il nome della cittadina, pare che godrà di tutti i benefici di una qualsiasi città, e potrebbe anche essere da test per realizzare dei servizi per la comunità targati Facebook, ma queste sono supposizioni di svariate persone che non trovano per adesso conferma. “La nostra speranza è di creare uno spazio fisico che supporti la nostra comunità” ha dichiarato Tenanes. La scelta della creazione di una cittadina è stata accettata di buon grado dalle autorità locali, “Spero che sempre più compagnie hi-tech facciano proposte di questo tipo” ha twittato Kirsten Keith, sindaco di Menlo Park. Questa scelta comunque è in linea con la nuova mission di Facebook, ovvero quella di creare una comunità, e non più quella di connetterla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *