Outsourcing

cos'è

Ti occorrono programmatori in Outsourcing?

Contratto di outsourcing informatico: come funziona

Con il termine generico di outsourcing si indica la pratica, sempre più diffusa, di affidare ad aziende esterne specializzate, una fase del processo produttivo di un’azienda in modo da riuscire ad ottenere l’abbattimento di costi che altrimenti richiederebbero investimenti in formazione e tecnologie sulle quali l’azienda committente non possiede esperienza. Nello specifico l’outsourcing informatico consiste, in sostanza, nell’affidamento della gestione del proprio ambiente hardware e software a servizio forniti da un’azienda specializzata. In un certo senso l’outsourcing Informatico per alcune aziende di piccole e medie dimensioni oggi sta diventando sempre di più un obbligo piuttosto che una scelta. La gestione interna completa dell’infrastruttura hardware e software di un’azienda che utilizza ampiamente le tecnologie digitali richiede, nel terzo millennio, la presenza di almeno una, e spesso più di una, figura professionale altamente specializzata da mantenere costantemente formata e informata sull’evoluzione dei sistemi. La sola gestione della rete interna richiederebbe, infatti la presenza dell’esperto in hardware in grado di garantire la continuità operativa, quella del sistemista che mantiene in perfetta efficienza il sistema operativo e cura il collegamento con le risorse esterne. Se poi si utilizza un software proprietario c’è bisogno di uno o più programmatori che curino gli aggiornamenti e le migliorie.

Affidare outsourcing aziende esterne

Affidando, invece l’outsourcing delle risorse informatica ad aziende esterne si ottengono molteplici vantaggi: prima di tutto i costi di formazione e aggiornamento, che l’azienda specializzata che offre il servizio può spalmare su più clienti, saranno ridotti. Il servizio ricevuto sarà sempre aggiornato e mantenuto in efficienza da professionisti esperti ed eventuali problemi hardware, software e sistemistici saranno affrontati e risolti in tempi rapidi. Inoltre lo sviluppo di eventuali software proprietari sarà anch’esso affidato a esterni in grado di utilizzare le migliori pratiche per avere un prodotto sempre aggiornato e esente da errori. Uno dei problemi dell’outsourcing in genere e, in particolare, di quello informatico è relativo alla sicurezza delle informazioni che vengono trasmesse dal cliente utente al fornitore del servizio. Nel caso, per esempio, di un servizio di consegne in outsourcing il fornitore, l’azienda che fornisce i mezzi e gli uomini per la consegna, potrebbe avere in mano un elenco più o meno completo dei clienti eventualmente completo di dati relativi al volume e ai beni oggetto della fornitura. Per questo motivo i contratti di outsourcing contengono sempre clausole relativa alla segretezza delle informazioni ricavabili dal servizio offerto. Quando si parla di Outsourcing informatico in genere queste clausole devono essere ancora più restrittive tenendo presente tutte le conseguenze che la diffusione di un archivio potrebbe avere per i clienti e i fornitori dell’azienda committente.

Sviluppo software in outsourcing

Parlando di sviluppo software in outsourcing le garanzie che deve dare il fornitore sono molte e il cliente che intende affidare il servizio deve assicurarsi della solidità e serietà dell’affidatario. In genere per lo sviluppo software in outsourcing si preferisce, specie se si tratta di un software strategico per il committente, affidarlo a più aziende in modo che ognuna conosca solo una parte del progetto. Solo agenzie e software house solide, ben organizzate e con una forte credibilità possono garantire lo sviluppo in piena riservatezza di pacchetti software sicuri, esenti da errori e, soprattutto, essere in grado di assicurare la riservatezza dei flussi e dell’analisi. Oggi, specie nelle grandi città come Roma, è possibile trovare molti programmatori che accettano, a prezzi concorrenziali l’affidamento dello sviluppo in outsourcing di software. Senza nulla togliere alla competenza e alla professionalità di queste figure bisogna sempre tener conto delle falle di sicurezza fisica che la loro organizzazione del lavoro comporta. Normalmente un programmatore freelance che accetta l’outsourcing, in città come la capitale Roma, cerca di essere all’avanguardia e si dota di sistemi di backup. Antifurti e assicurazioni che evitino e possano coprire eventuali danni al cliente. Sicuramente un’agenzia specializzata e certificata offre maggiori garanzie.

Storage e outsourcing

Un settore particolare dell’outsourcing riguarda la pratica ormai diffusa dello storage su server esterni, il cloud. Anche se molti pensano che il cloud sia una sorta di servizio a se stante in effetti può essere considerato un vero e proprio outsourcing in quanto l’azienda committente affida al fornitore la gestione all’esterno di uno spazio di archiviazione che non è in grado o non vuole mantenere e manutenere in casa. Il cliente si limita a lavorare sul cloud o a trasferire periodicamente il suo lavoro dai client in locale sullo spazio che ha a disposizione sul cloud ma il fornitore si occupa di tutta la parte relativa ai sistemi anti intrusione fisica e informatica, delle copie di sicurezza, del funzionamento delle apparecchiature. Un aspetto particolare del cloud sono i cloud server, anche in questo caso un servizio di outsourcing informatico con il quale il fornitore noleggia un computer, reale o virtuale, completo di sistema operativo, connettività internet dedicata e un pannello di controllo attraverso il cliente può decidere una serie di azioni da fare, dalla semplice abilitazione di utenti per il caricamento e lo scaricamento di dati per arrivare alla configurazione di un sito internet completo. Il cliente in questo caso è responsabile del software mentre il fornitore dovrà assicurare la continuità del servizio e della connettività oltre le copie di sicurezza e il ripristino delle stesse in caso di guasti gravi.

Contatti
Syrus Industry

Via del Fontanile Anagnino 173
00118, Roma (RM)

info@syrusindustry.com

www.syrusindustry.com

vai a contatti