Google Prediction

Google Prediction

Google Predicton: Machine Learning e Pattern Matching

Google Prediction API fornisce agli utenti Google Cloud funzionalità di pattern-matching e di apprendimento automatico (o Machine Learning). Dopo aver appreso i dati dal file di allenamento, le Prediction API sono in grado di prevedere un valore numerico o scegliere una categoria che descriva una nuova porzione mancante nella catene logica di dati.

Grazie a queste funzionalità, è possibile creare ogni genere di applicazioni, da software in grado di eseguire operazioni come prevedere quali film o prodotti un utente può essere incline a volere, categorizzare e-mail come spam o non-spam, valutare se commenti presenti sui social abbiano un sentiment positivo o negativo, o  addirittura indovinare quanto un utente potrebbe spendere in un dato giorno.

Google Prediction: Imparare, Comprendere e agire

Grazie a Google prediction è possibile prevedere le tendenze future utilizzando i dati storici. Ad esempio a partire da darti come il routing dei messaggi, è possibile rilevare lo spam automaticamente, oppure è possibile raccomandare i prodotti per gli utenti prima ancora che essi stessi sapiano ancora di volerli. La potente infrastruttura di Google analizza i dati per voi in modo da poter acquisire conoscenze, individuare le tendenze, e, infine, agire.

Google Prediction mette a disposizione i suoi strumenti di Apprendimento in Cloud per Analizzare i Dati e predire un modello futuro applicabile a innumerevoli modelli:

  • Analisi dei tuoi Utenti
  • Riconoscimento Spam Futuro
  • Decisioni sul Routing Mail
  • Opportunità di Upselling
  • Classificazione Documenti e Mail
  • Diagnostica di Sistema
  • Analisi di propensione
  • Identificazione di identità sospette
  • Sistemi di raccomandazione al cambiamento    

 Cosa può fare la Prediction API?

Scenario

Immaginate che la vostra azienda riceva giornalmente centinaia di migliaia email in diverse lingue; l’ideale sarebbe smistare la posta a qualcuno con le competenze linguistiche adeguate. Il problema però è capire anticipatamente e, di conseguenza, rilevare se una determinata email è scritta in inglese, spagnolo o francese.

Con Google prediction è possibile fare questo, creando un database di dati di training (o formazione) per “addestrare” il servizio di previsione. Questi modelli di dati di training potrebbe essere costituito da diverse porzioni di testo etichettato e identificato a priori con “inglese”, “spagnolo” o “francese”. A partire da una mole cospicua di dati simili, il sistema sarà in grado di presentare parole arbitrarie o frasi in una qualsiasi di queste lingue, e il servizio di previsione sarà in grado potenzialmente di classificare i dati assegnandoli autonomamente alla lingua più probabilmente corretti.

I passaggi sono i seguenti:

>> Carica dati di allenamento. Tutto inizia scaricando un file di dati-esempio per poter formare Google Prediction, che nel nostro esempio includerebbe esempi in lingua inglese, spagnola e francese, e poi dare in pasto il file alle API di Google.

>> Addestra il sistema. Per permettere a Google Prediction di analizzare i dati, essi dovranno essere caricati in Cloud Storage e analizzati.

>> Inviare query. Una volta che il processo di formazione sarà terminato, sarà possibile inviare query contenenti frasi in inglese, spagnolo, o francese, e il servizio di previsione risponderà ipotizzando con soluzioni il più vicine possibile a quella che può essere la previsione della risposta corretta.

Google I/O 2011: Smart App Design

Comincia a Prevedere il Futuro con Syrus

 

Google Prediction