Facebook, d’ora in avanti solo Live di qualità

Facebook, d’ora in avanti solo Live di qualità

Il colosso americano è in continuo aggiornamento ed oggi a cambiare sono le famose Live di Facebook: negli ultimi tempi, molte dirette sono state seguite sul famoso social, con immagini statiche, in loop o vari contatori, ma da adesso non sarà più possibile. Questa volta Mark Zuckerberg usa il pugno duro, visto che ha aggiornato le proprie policy relative ai contenuti dei Live Video. L’obiettivo? Eliminare e penalizzare chiunque faccia dei contenuti fasulle e che non siano delle vere e proprie trasmissioni. Le conseguenze saranno notevoli, visto che le dirette streaming che non rispetteranno queste nuove regole verranno inserite in basso sulla timeline, quindi avranno una visibilità minore se non addirittura completamente oscurati. Il provvedimento riguarda in particolare i vari gestori delle pagine e gli editori, infatti chi non rispetterà queste indicazioni potrebbe essere penalizzato con la perdita della funzione Live Video, su cui diverse pagine e personaggi fanno completamente affidamento. Questa mossa da parte di Facebook è stata un fulmine a ciel sereno, anche perché è intervenuta a gamba tesa su un settore che stava funzionando molto bene, ma che era pieno di falsità, perché questa decisione la possiamo correlare alle prese di posizione contro le fake news, ovvero di avere dei contenuti sempre originali. Il problema è che proprio questi video di bassa qualità, con sondaggi o immagine statiche, erano spesso realizzate con obiettivi sarcastici e avevano un seguito molto alto, o almeno nei primi minuti, perdendo pian piano visualizzatori. Un altro dato importante è che più della metà dei video in diretta su Facebook nel 2016 erano proprio quelli che non contenevano delle vere e proprie trasmissioni ma erano per lo più immagini mandate in loop o comunque video scadenti, come il conto alla rovescia per Natale e cose simili.

L’atteggiamento particolare da parte del social network è dovuto dalla loro certezza che questi video non interessano minimamente all’utenza, e quindi devono essere penalizzati, se non addirittura eliminati. Più che altro Facebook ha paura dell’effetto boomerang: ovvero se i Live Video diventassero tutti con immagini e contenuti scadenti, l’utenza potrebbe perdere interesse in queste dirette streaming e quindi potrebbe decidere di non seguirle più, anche quelle più originali e veramente utili, e di conseguenza ignorare tutte le notifiche che vengono inviate per spingerci ad aprire un Live. Adesso con questa modifica della policy sui video si aspetta la risposta dell’utenza, se sarà d’accordo o meno con la decisione presa da Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *